Introduzione

Stampa

Il libro di Don Stefano Tardani non è un trattato di spiritualità. Fin dalle prime pagine ci si rende conto che il suo messaggio è rivolto a tutti e non solo a chi vive una fede o vorrebbe cominciare a farlo. L’approccio del volume è antropologico, psicologico e sociologico al tempo stesso. L’Autore, infatti, scava nell’intimo dell’uomo e della donna di oggi e ne mette in luce le ammaccature subite e le potenzialità inespresse a causa di una società che, sempre di più, spinge a fare affidamento esclusivamente sulla ricchezza materiale. Ricchezza intesa come denaro, naturalmente, ma intesa anche come scienza, ad esempio, che non si vuole più sottomettere a nessuna etica e scavalca qualsiasi problema di coscienza.

Per l’uomo e la donna del XXI secolo l’unico reale problema sembra essere quello del benessere personale: tutto il resto è relativo. E guai a relativizzare il relativismo! Così il rapporto con l’altro è importante solo nella misura in cui può portare ad altro benessere, ad altro piacere. In questo contesto la famiglia viene attaccata sempre più pesantemente, con l’obiettivo di scardinarla, di confonderla con altre associazioni umane che famiglie non potranno mai essere, eliminando così dalla società la sua cellula costituente, dove ciascuno viene educato alla crescita, alla solidarietà e all’amore.
Don Stefano indica la via da seguire per evitare che tutto ciò accada (e il tempo a disposizione non sembra molto): l’uomo e la donna devono riscoprire le proprie radici profonde che sono in ciascuno. Sono le bistrattate (dall’Unione Europea) radici cristiane, che ci fanno riscoprire la nostra vera identità, quella cioè di figli di un unico Padre e dunque tutti fratelli tra noi. Solo la famiglia, con la sua struttura naturaliter verticale può essere vettore e custode efficace di queste radici e dei valori che da esse discendono. Ciò apre ad un contesto sociale di collaborazione così che, in modo arricchente e non corruttivo, si possa costruire insieme al regno di Dio anche la città degli uomini.

Monday the 18th. Joomla 2.5 Templates.
Copyright 2012

©